Dolce-dente nazione: stati UNITI non possono kick soda abitudine

Soda abitudini tra i bambini e gli adulti negli stati UNITI sono ancora forte: Circa due terzi dei bambini e la metà degli adulti in relazione a bere almeno uno di zucchero zuccherato bevande, un giorno, i due nuovi rapporti a trovare.

Un rapporto incentrato sui bambini e ragazzi età da 2 a 19; rilevato che il 63% dei giovani STATUNITENSI bevuto almeno una bevanda zuccherata al giorno dal 2011 al 2014. UN RAPPORTO INCENTRATO SUI BAMBINI E RAGAZZI ETÀ DA 2 A 19; RILEVATO CHE IL 63% DEI GIOVANI STATUNITENSI BEVUTO ALMENO UNA BEVANDA ZUCCHERATA AL GIORNO DAL 2011 AL 2014.

Il report focalizzato sugli adulti degli stati UNITI; si è riscontrato che il 49% ha dichiarato di aver bevuto almeno una di zucchero zuccherato bevande un giorno, durante lo stesso periodo di tempo. Entrambi i rapporti sono stati pubblicati oggi (Gen. 26) dal Centri per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione (CDC).

Studi precedenti hanno dimostrato che il consumo di bevande zuccherate è legata a problemi di salute di adulti e bambini, tra cui aumento di peso, diabete di tipo 2 e le carie dentali, i ricercatori ha scritto.

Il 2015-2020 Dietary Guidelines for Americans raccomanda di ridurre la quantità di zucchero aggiunto nelle loro diete a meno del 10 per cento delle loro calorie totali giornaliere, e scegliere le bevande senza zuccheri aggiunti.

Le nuove scoperte hanno dimostrato che molte persone zuccherate-consumo delle bevande da sola li porta vicino questa quantità di zucchero aggiunto al giorno.

Per esempio, tra i bambini, i ragazzi bevevano, in media, 164 calorie ” che vale la pena di bevande zuccherate al giorno, che hanno contribuito al 7,3 per cento del totale delle loro raccomandato di assunzione giornaliera di calorie; ragazze bevono in media, 121 calorie da bevande zuccherate, o 7,2 per cento del totale delle loro raccomandato di assunzione giornaliera di calorie, in base ai bambini.LE NUOVE SCOPERTE HANNO DIMOSTRATO CHE MOLTE PERSONE ZUCCHERATE-CONSUMO DELLE BEVANDE DA SOLA LI PORTA VICINO QUESTA QUANTITÀ DI ZUCCHERO AGGIUNTO AL GIORNO.

Uomini adulti consumati, in media, leggermente più calorie da bevande zuccherate una giornata di ragazzi: 179 calorie, pari al 6,9 per cento del totale del loro apporto calorico giornaliero raccomandato; le donne, invece, consumati, in media, meno calorie dalle bevande di ragazze: 113 calorie o 6.1 per cento di loro giornaliera raccomandata di calorie, a seconda degli adulti report.

I ricercatori hanno anche scoperto che tra i bambini, bevanda zuccherata assunzione aumenta con l’età: gli Adolescenti dai 12 ai 19 bevuto più bevande zuccherate rispetto ai bambini da 2 a 5-anno-vecchio gruppo di età, così come i bambini da 6 a 11-anno-vecchio gruppo.

Per gli adulti, i ricercatori hanno osservato l’effetto opposto: bevanda zuccherata di aspirazione diminuisce con l’età, con l’assunzione al suo punto più alto per gli adulti di età compresa da 20 a 39.

I ricercatori hanno anche notato che c’erano differenze di zucchero zuccherato bevande l’assunzione da parte di gara.I RICERCATORI HANNO ANCHE NOTATO CHE C'ERANO DIFFERENZE DI ZUCCHERO ZUCCHERATO BEVANDE L'ASSUNZIONE DA PARTE DI GARA.

Tra le ragazze, camere non-Ispanici neri ragazze consumati, in media, il maggior numero di calorie da bevande zuccherate ogni giorno, i ricercatori hanno trovato. Tra i ragazzi, i bianchi non Ispanici, camere non-Ispanici neri e Ispanici ragazzi tutti consumati, in media, una simile quantità di bevande zuccherate, mentre i non-Ispanica Asiatica ragazzi consumato meno calorie in media, ogni giorno, le bevande, secondo il rapporto.

Per gli uomini adulti, non Ispanici neri e Ispanici gli uomini avevano, in media, la più alta assunzione giornaliera di calorie da bevande zuccherate, secondo il rapporto. Per le donne, non Ispanici neri donne consuma più calorie dalle bevande rispetto alle altre donne, i ricercatori hanno trovato.

I dati utilizzati nelle due relazioni è venuto da due anni consecutivi del National Health and Nutrition Esame Survey, 2011-2012 e 2013-2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *